Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

E’ nel territorio di Marostica che si svolge la 3 giorni del torneo alla quale partecipano più di venti squadre con centinaia di bambini e una moltitudine di colori che neanche l’arcobaleno riuscirebbe a rappresentare. 

La prima partita del Petrarca si svolge già venerdì alle 16.30 nel territorio del comune di Cartigliano. Vengono richiamate le minitruppe del 2004 direttamente dalle scuole, tra lo stupore e un pò di invidia dei compagni, i ragazzi escono in anticipo dalla scuola con fierezza e sana spensieratezza. 

In auto , verso la meta , pensano ed immaginano sogni di gloria come solo i bambini sanno fare mentre noi adulti cerchiamo di mitigare cercando di portarli ad una realtà che è frutto di esperienza, ma spesso,diciamocelo, sbagliamo perché i sogni non vanno delusi bensì inseguiti . Ed è in questo sogno di grandezza e speranza che i nostri ragazzi entrano nel palazzetto di Cartigliano per disputare la loro prima partita. Il territorio è quello di Marostica , il coach comincia a posizionare le pedine come in una immaginaria scacchiera. Abbiamo le nostre torri , una per ogni tempo, i nostri cavalli (alcuni da tiro ed altri da trotto) e i nostri alfieri, piccoli ma fondamentali. Ed è così che affrontiamo prima le Amazzoni del San Martino di Lupari e poi i gloriosi dell’Altavilla riportando in entrambi i casi 2 vittorie. Siiii.......siamo primi del nostro girone (Giallo) e dovremo affrontare (Sabato) i primi classificati del girone viola. Come da pronostico , il girone viola è dominio del Leoncini del Mestre . Sabato, alle 18.45 li affrontiamo, non dovrebbe essere ed in effetti non lo è, una partita facile ma i ragazzi sono convinti e determinati e finiscono la partita in assoluta parità 3-3 ,e valgono a questo punto i punti fatti che sono a favore del Petrarca… Quindi siamo , a questo punto , tra le prime 4 squadre del torneo , avevano ragione i nostri ragazzi sui sogni.....ed il sogno continua. Domenica ci aspettano nuove sfide..i ragazzi si addormentano così e chissà a cosa pensano …… La mattina ci aspetta un’altra sfida , Villafranca Veronese, oramai non ci sono partite facili. Domenica Mattina ore 11.30...Sugli spalti sembra ci sia più tensione che dalla panchina anche perché noi possiamo solo tifare FORZA PETRARCA mentre in realtà è tutto nelle mani nelle gambe e nel cuore dei ragazzi e del loro Coach Daniele Bovo . Il Villafranca Veronese è un avversario degno tale nome e , grazie anche ad alcuni loro talenti, ci impegna non poco , ma il Petrarca è superiore tecnicamente , il gioco di squadra prevale sui singoli e vinciamo per 5-1.
Ed è Finale… Non ci rendiamo conto , siamo in finale e contro l’Oderzo, temibilissimo ma chi se ne importa abbiamo fin qui fatto le mosse migliori che potevamo fare, rispettiamo tutti ma non temiamo nessuno, giocheremo come sappiamo fare. In uno stadio gremitissimo si svolge, alle 16.00 la finale tra il Petrarca Padova e l'Oderzo. E l’Oderzo, purtroppo, non delude le aspettative e si dimostra una squadra molto ben impostata e nonostante i nostri aquilotti non vengano “asfaltati” dimostra di meritare il primo posto del torneo e vince la sfida per 5-1. Complimenti ai nostri ragazzi. Parafrasando (forse a sproposito forse esagerando portate pazienza) Sir Winston Churchill “Mai così tanti dovettero così tanto a così pochi”, ringraziamo quindi questi ragazzi non solo per aver portato il Petrarca così in alto ma per averci regalato 3 giorni di sogni di speranze ,di sport, di emozioni ….di vita. Nunc est bibendum.


FORZA AQUILOTTI DEL PETRARCA , SIETE LA NOSTRA LINFA .

Guarda le foto