Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

Torneo della Befana 2015

Descrizione immagine
Descrizione immagine

dai nostri inviati sui campi ......

A pochi giorni dalla conclusione del Torneo della Befana, restano ancora vive, in noi genitori, le forti emozioni vissute; e se ci siamo emozionati noi, figurarsi i ragazzi!!

Due gruppi distinti, Petrarca Guizza e Petrarca Castagnara, ma una sola, vera, unitissima squadra!

Non ci hanno messo tanto i ragazzi a capire quello che avrebbero dovuto fare, come se giocassero insieme da sempre.

E' stato un piacere guardarli giocare, veramente.

Con coach Daniele nella veste di Grande Capo, piccoli atleti, ma già grandi combattenti, sin dalla prima partita è stato chiaro che ci si poteva togliere delle belle soddisfazioni. E così è stato!

Il primo girone vinto dopo aver superato, a volte non senza difficoltà, Camposampiero, Sarcedo, Bassano e la temuta Trieste. Il primo posto ci garantiva l'automatica entrata nel gruppo delle prime 8; ma il momento magico era destinato a continuare e dopo un'emozionante e tiratissima partita, riusciamo a prevalere anche sui forti pari età del Dolo Dolphins.

E' semifinale! Siamo tra le prime 4 squadre! Il nostro torneo è già vinto, ma vogliamo continuare a sognare.

Il tabellone ci fa incontrare la Reyer Venezia e l'emozione, mista a un po' di timore nel trovarsi di fronte al blasonato avversario, ci impedisce di giocare come siamo capaci.

Il gioco della Reyer, che si tratti di bambini di 10 anni o di ragazzi di 20, è sempre quello: tanta, tantissima intensità, aggressività agonistica e continui raddoppi sul portatore di palla (impressionante vederlo fare ad atleti così piccoli!!);

 

ci hanno messo poco i nostri ragazzi ad andare in confusione e a stendere un tappeto rosso all'avversario. Bravi lo stesso, si sapeva che sarebbe stata dura, ma serve anche questo per fare esperienza!

A questo punto è finale 3°- 4° posto contro Riviera, battuta dalla Virtus Padova.

Purtroppo, però, partiamo contratti e ancora inspiegabilmente intimoriti (eppure il gioco del Riviera è ben diverso da quello della Reyer) e regaliamo i primi due quarti, nei quali non siamo mai entrati in partita; nell'intervallo Daniele riesce a restituire le giuste motivazioni e comincia un'altra partita: recuperiamo buona parte dello svantaggio e arriviamo vicinissimi all'aggancio, ma la stanchezza non aiuta e, onore al Riviera, il match si chiude 39 a 29 per loro.

Che dire, in conclusione?

Che è stato bellissimo vedere che chi era in campo valeva quanto chi sedeva in panchina

Che è stato bellissimo vedere il grandissimo tifo dalla panchina.

Che è stato bellissimo vedere, durante la finale, che chi era stato escluso per poter far giocare quelli che nel corso del torneo erano entrati poco in campo, incitarli ed esultare, facendo sentire forte il loro incoraggiamento.


Grazie ragazzi e grazie Daniele, ci avete emozionato!

Descrizione immagine